Giorno 9 – I come Immacolata

GIORNO 9 – I come IMMACOLATA
lunedì 07 dicembre
Il Compleanno dell’Oratorio

 

I come Immacolata

È l’8 dicembre 1841. Mentre Don Bosco si sta preparando a celebrare messa, il suo aiutante nota un ragazzo che quasi si nasconde in un angolo, gli chiede se ha già fatto il chierichetto qualche volta, se sa servire messa, e anche se il poveretto risponde che non ha idea di come si faccia, l’uomo vuol costringerlo a bastonate. È proprio don Bosco che non credendo ai suoi occhi ferma il sacrestano: ma cosa fai chiede? E si sente rispondere che quel ragazzo è lì, ma non sa nemmeno fare il chierichetto e che comunque a lui non dovrebbe importare di quel poveraccio… don Bosco risponde mi importa, perché è un mio amico. Nel giro di poco tempo diventano davvero amici. il ragazzo si chiama Bartolomeo Garelli, dirà a don Bosco che non sa fare niente, se non fischiare. Ma ha tanta voglia di imparare, specialmente il catechismo, e don Bosco è disposto ad insegnarglielo, anche subito. Cominciano con una Ave Maria. Da quell’Ave Maria è nato il nostro Oratorio, ed ogni oratorio salesiano.

E allora?! Allora, Buon compleanno Oratorio! E ricorda, sapessi anche solo fischiare, don Bosco ti vuol bene! oggi è il giorno buono per stare allegri e … pregare per il tuo Oratorio, perché ti aiuti a rimanere allegro. La santità, è tutta qui!